Creme per il cambio del pannolino: come sceglierle?


Il cambio del pannolino richiede la massima cura: la pelle del sederino è delicata e sottile perché non ha ancora tutte le difese necessarie per proteggersi da agenti esterni, soprattutto quando viene a contatto con urina e feci. Questi elementi causano leggeri arrossamenti, dermatiti o addirittura infezioni. Come evitare conseguenze? Devi scegliere le migliori creme per il cambio pannolino. Lo so cosa stai pensando: “Come faccio a scegliere quella giusta?” Cerchiamo di fare chiarezza.

Creme per il cambio del pannolino: a che cosa servono?

Lo avrai già intuito, ma quando in gioco c’è la cura e l’igiene del neonato è meglio essere cristallini. Le creme per il cambio del pannolino servono a isolare la pelle dal pannolino.

La loro funzione è quella di riportare l’epidermide irritata in condizioni normali. Infatti, questi prodotti contengono delle sostanze grassose che svolgono un’azione idratante. Sono soluzioni cosmetiche e non curative, il loro compito non è terapeutico ma lenitivo.

Le creme per il cambio del pannolino vanno somministrate quando si manifesta la necessità, quindi fai attenzione a non abusarne.

C’è l’arrossamento? Cosa fare prima di usare le creme

Il neonato manifesta segni di irritazione? Prima di ricorrere alle creme crea intorno al neonato un ambiente di cura e sollievo. Ecco alcuni consigli:

  • Quando puoi lascia il piccolo senza pannolino. In questo modo la pelle respira.
  • Mantieni sempre pulita la zona dedicata al cambio pannolino.
  • Cambia il pannolino più volte al giorno.
  • Lava l’area irritata solo con acqua tiepida oppure con un sapone delicato.
  • Usa salviettine che non contengano alcol. In alternativa usa panno morbido e bagnato.
  • Lavati correttamente le mani.

Due tipologie di creme per il cambio del pannolino

Esistono due tipi di creme per il cambio del pannolino: protettive e lenitive. Vediamo le caratteristiche:

  • Creme lenitive: vengono usate quando il rossore è già comparso. Hanno una consistenza fluida, contengono ingredienti addolcenti.
  • Creme protettive: questi prodotti aiutano a prevenire l’irritazione. Al tatto si presentano pastosi e producono un effetto barriera. La crema più utilizzata dalle mamme? Quella a base di ossido di zinco.

Se usate correttamente queste soluzioni creano una valida protezione dai fattori che creano il rossore, consentendo alla pelle di guarire. Ma non solo. Questi cosmetici per neonati contribuiscono a ricostruire la barriera epidermica. In che modo? Attraverso sostanze che nutrono il film idrolipidico che ricopre la pelle.

Va detto che in alcuni casi la differenza tra l’una e l’altra categoria è sottile, quasi inesistente: leggi con attenzione gli ingredienti.

Ingredienti da preferire e da evitare in una crema per il cambio pannolino

Ecco il punto cruciale: la valutazione del prodotto in base agli ingredienti. Perché sono questi elementi, al di là della marca, che fanno la differenza per la salute del tuo bambino.

creme per il cambio del pannolinoCome già accennato, la pasta più apprezzata per il cambio pannolini è quella con l’ossido di zinco. Questo prodotto che contiene appunto polvere di zinco, è particolarmente indicato per i neonati: velocizza la guarigione e la rigenerazione della pelle arrossata o colpita da dermatiti da pannolino.

Inoltre, ha proprietà lenitive, assorbenti, astringenti e antinfiammatorie. Di norma, la percentuale di questo ingrediente nei prodotti per bambini è al di sotto del 50%.

Come riconoscere l’ossido di zinco sulla confezione di un prodotto? L’ingrediente viene scritto con il nome di zinc oxide. Se non trovi questa pasta per neonati puoi rivolgerti ad altri prodotti con sostanze simili come: l’olio di mandorla e burro di karité oppure paraffina liquida e lanolina.

Adesso vediamo quali sono i gli ingredienti che devi tenere lontano dalla pelle del tuo bambino.

 

In cima alla lista nera delle creme per il cambio del pannolino ci sono i prodotti a base paraffine, petrolati e siliconi: idratano la pelle solo in apparenza. Da evitare, per la delicata epidermide del piccolo, anche i coloranti sintetici: possono essere causa di allergie.

Profumi: meglio limitare il contatto con queste soluzioni, soprattutto in zone come quella già irritate e delicate.

Creme per il cambio del pannolino: il tuo punto di vista

In questo articolo ho provato a consigliarti le migliori creme per il cambio del pannolino. Ricorda, prima di applicare questi prodotti sulla pelle del tuo bambino consulta con attenzione gli ingredienti. E prediligi paste naturali.

Ora aspetto la tua opinione nei commenti: racconta la tua esperienza.

Amedics Professional

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.